Cattivo pagatore o protestato può accedere ad un prestito

Prestiti protestati. È quel prestito che viene concesso a cui che è considerato un cattivo pagatore o a colui che ha subito un protesto cioè colui che è stato protestato. Il protesto altro non è che la dichiarazione attraverso la quale un pubblico ufficiale accerta il mancato pagamento di titolo di credito avente carattere esecutivo.

I cattivi pagatori o i protestati possono ottenere un finanziamento in tre modalità differenti :

– Cessione del quinto dello stipendio;

– Delega di pagamento;

– Prestiti cambializzati.

Per ottenere però uno di questi tre tipi di finanziamento è necessario che il soggetto riacquisti un buon grado di affidabilità creditizia. Per cancellare il protesto e regolarizzare la posizione creditizia è necessario richiedere la cancellazione del proprio nome dai sistemi di informazione creditizia (SIC) e dalle banche dati dei sistemi finanziari. Nel caso in cui si riesca di ottenere la cancellazione del protesto dal registro dati, bisognerà attendere almeno un anno per la riabilitazione. Solo dopo quell’anno sarà possibile richiedere un nuovo finanziamento.

Va fatto notare anche il lato negativo della cancellazione del nominativo dalle banche dati (CRIF) :

– Un cliente senza storico creditizio non potrà ottenere un prestito elevato in breve tempo. Dovrà prima costruirsi uno storico di pagamenti regolari, chiedendo un piccolo finanziamento per poi passare ad un importo maggiore;

– Un cliente non può pretendere o verificare che la finanziaria, presso la quale risultino pagamenti non puntuali o uno stato di insolvenza, cancelli la segnalazione negativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.