Federico Motta Editore: le peculiarità delle Tavole Transvision

Le Tavole Transvision, messe sul mercato tra gli anni ’70 e ’80 da Federico Motta Editore, sono un’iniziativa editoriale originale e innovativa all’interno del panorama nazionale: attraverso foglitrasparenti, è possibile osservare uno stesso soggetto su più piani di lettura differenti.

Federico Motta Editore

Federico Motta Editore: le peculiarità delle Tavole Transvision

Scienza, tecnologia, natura, corpo umano, letteratura, geografia, professioni: tante nozioni utili appartenenti a diverse branche del sapere vengono veicolate in modo originale da Federico Motta Editore attraverso le Tavole Transvision. La Casa Editrice, da sempre attenta a trovare soluzioni innovative per integrare le proprie opere, ha puntato su questa iniziativa editoriale di particolare successo tra gli anni ’70 e ’80. Sfogliando le pagine delle tavole, che hanno la particolarità di essere impresse su un supporto trasparente, è possibile notare subito i differenti piani del medesimo soggetto, che viene mostrato sempre più in profondità. Le Tavole Transvision di Federico Motta Editore sono composte da una collana di due tomi: ogni tavola, formata da molteplici fogli trasparenti stampati, è delle dimensioni di 23,5 x 32,5 cm. La sovrapposizione dei livelli, posti in successione l’uno all’altro, facilita una lettura approfondita del soggetto, come sotto a una lente di ingrandimento. Ogni foglio, dotato di nomenclature ben dettagliate, coinvolge e affascina il pubblico più giovane ancor più di una lettura di tipo tradizionale.

Federico Motta Editore: una storia fondata sulla qualità e l’autorevolezza

Dalle Tavole Transvision al Sonobox, dalle videocassette ai CD-Rom fino all’avvento di Internet, Federico Motta Editore ha sempre dato grande impulso alle sue opere anche sfruttando nuovi mezzi garantiti dall’innovazione tecnologica. I settori di interesse della Casa Editrice spaziano dal mondo dell’Enciclopedia all’editoria per ragazzi (MottaJunior), ma negli anni non sono mancate le riviste di moda, le collane di libri d’arte e di fotografia, i cataloghi di grandi mostre d’arte realizzate in collaborazione con musei nazionali e internazionali. Federico Motta Editore ha lavorato con autori di fama internazionale come Umberto Eco, che ha contribuito alla stesura della collana Historia, oppure con Margherita Hack che si è occupata del mondo delle scienze. L’autorevolezza della Casa Editrice e il valore delle sue opere è confermata da diversi riconoscimenti, nonché da numerose partnership e collaborazioni con Telecom, Telefono Azzurro, Zecchino d’Oro, Rai, Disney, il Corriere della Sera e molti altri. Nel corso della storia, si è presentata la possibilità di mostrare le sue proposte editoriali alle cariche più alte dello Stato presso il Quirinale: coinvolgendo ad esempio i Presidenti Oscar Luigi Scalfaro, Carlo Azeglio Ciampi e Giorgio Napolitano.