Volontari impegnati in pulizie di “primavera” alla Rocca Roveresca di Senigallia

Ritornano a Senigallia i volontari La via della felicità con un intervento di pulizia dell’area verde intorno alla Rocca Roveresca di Senigallia.

Il “bottino” ammonta a 13 siringhe e due sacchi di spazzatura legata sempre a bottiglie di plastica abbandonate, cartacce ecc… segno dell’inciviltà di chi usufruisce del bellissimo parco senza prendersene cura.

C’è veramente tanto bisogno di creare una cultura di cura di questo pianeta, se non vogliamo finire “arrostiti” ed intossicati nell’arco di 30 anni.

L’impegno però deve essere di ogni singola persona che inizia personalmente a rendersi conto che anche l’abbandono di rifiuti, per piccoli che siano come mozziconi di sigaretta, alla lunga innalzano il livello di inquinamento e degrado nelle aree in cui vivono.

Durante l’iniziativa i volontari hanno consegnato ai cittadini presenti nella zona copie dell’opuscolo La via della felicità, alla quale i volontari si ispirano per prendersi cura dell’ambiente.

Come scrive L. Ron Hubbard nel precetto “Proteggi e migliora il tuo ambiente”, “La cura del pianeta comincia con il cortile di casa tua. Comprende anche i posti dove si va a fare un picnic o dove si va in vacanza. Non è necessario aumentare la sporcizia che inquina la terra e le falde acquifere, né aumentare i pericoli d’incendio nelle boscaglie, anzi, nel tempo libero si può fare qualcosa di costruttivo.”

Ed è proprio quello che i volontari fanno attraverso le iniziative rivolte alla cura dell’ambiente. Ridare estetica, sicurezza e decenza all’ambiente, dando il buon esempio e chiedendo ad altri di fare altrettanto.