5 Consigli per Migliorare la Velocità di Caricamento di un Sito Web

La velocità di caricamento di un sito web è oggi uno degli aspetti cruciali per la sua ottimizzazione per i motori di ricerca. Se un sito impiega molto tempo a caricarsi, ha un problema serio. Google non tollera questa lentezza, e nemmeno gli utenti amano attendere.

La maggior parte degli utenti infatti, è abituata ad ottenere velocemente il contenuto o le informazioni di cui ha bisogno. Per questo motivo, è importante accelerare la velocità di caricamento di un sito web al fine di migliorare l’esperienza utente, concentrandosi su questo aspetto sin dall’inizio della creazione siti web.

Esistono molti fattori che influenzano la velocità di caricamento di un sito web e lo rallentano. Allo stesso modo, ci sono anche molti modi per affrontare questo problema e migliorare la velocità di ogni pagina e, quindi, il suo posizionamento.

Di seguito ti forniamo diversi suggerimenti che ti aiuteranno a ottenere un sito web veloce nel caricare, che soddisfi le esigenze dei tuoi utenti ed offra loro la migliore esperienza possibile.

 

5 consigli per migliorare la velocità di un sito

 

  1. Prestazioni del server

Un server lento o condiviso, spesso richiede molto tempo per caricare una pagina web. Pertanto, è essenziale disporre di un buon servizio hosting, in modo che questo fattore possa essere decisivo in positivo.

Generalmente, il tuo sito web sarà ospitato su server probabilmente condivisi con altri utenti, il che rende il caricamento più lento. I server dedicati ​​sono più veloci, ma sono anche molto più costosi. Una buona opzione è il VPS (Private Virtual Server), in cui la gestione delle risorse di un server fisico viene effettuata come se avesse diversi server al suo interno.

Bisogna ricordare inoltre che se si desidera posizionare il sito web in un paese specifico, è bene che il server che ospita i file del sito si trovi in ​​quel paese per facilitare i tempi di attesa, abbassandoli il più possibile.

2.- Comprimere i file del sito

Quando un file viene zippato sul computer, la sua dimensione viene ridotta, e lo stesso vale per Gzip che funziona sui file che compongono una pagina web. Se installi Gzip, i file del tuo sito web vengono automaticamente compressi come file Gzip, risparmiando larghezza di banda e accelerando il caricamento delle pagine. Quando l’utente accede al sito web, il browser decomprime automaticamente i file e visualizza il contenuto.

3.- Ottimizza le immagini

Durante la progettazione di un sito web è necessario indicare al browser le dimensioni delle immagini. Quando vengono specificate le dimensioni dell’immagine, il browser conosce le dimensioni dell’input e utilizza tali informazioni per modellare la pagina senza doverla ricostruire.

Inoltre, le immagini occupano gran parte della larghezza di banda sui siti web. Pertanto, è importante ottimizzarle e comprimerle. Sembra ovvio, ma nella maggior parte delle pagine web ciò viene ignorato, ed è invece essenziale per raggiungere un’adeguata velocità di caricamento di un sito web.

Un altro aspetto da tenere a mente è che dovresti evitare di includere immagini che non siano strettamente necessarie. In questo modo sarai in grado di mantenere la singola pagina sotto i 400 Kb, in modo che non sia dunque troppo pesante. Per quanto riguarda il formato, di solito si consiglia di salvare le immagini in formato JPG poiché peseranno un po’ meno ma continueranno a mantenere la qualità necessaria.

4.- Fai attenzione ai plugin di WordPress

Un’altra buona pratica per migliorare la velocità di caricamento di un sito web è identificare i plugin di WordPress che influiscono sulle prestazioni e rallentano il tempo di caricamento delle pagine. Più plugin hai, più lento sarà il caricamento.

Ogni sito Web è diverso e ogni plugin può influenzare in modo diverso. Per questo motivo, è meglio provare diversi plugin e vedere quale si adatta meglio alla tua pagina, soprattutto dal punto di vista dei tempi di caricamento.

Tuttavia, uno dei vantaggi di WordPress è che ci sono plugin per quasi ogni esigenza. Quando si ottimizza la velocità di caricamento di un sito Web, è necessario utilizzare i seguenti plug-in:

5.- Evita errori nel codice e link rotti

Quest’ultimo punto è fondamentale. Oltre a verificare che non ci siano errori sintattici nel codice del sito, è anche importante che non vi siano collegamenti interrotti. Questi errori causerebbero parecchie richieste al server, aumentando così i tempi di attesa ed un consumo eccessivo della banda.

Pertanto, è necessario mantenere “pulito” il codice ed evitare link rotti, poiché non solo i tuoi utenti lo apprezzeranno, ma ciò contribuirà anche a migliorare la velocità di caricamento del tuo sito web.

Questi sono cinque suggerimenti che possono aiutarti ad accelerare la velocità di caricamento del tuo sito web, adottandoli avrai la certezza di avere un sito più veloce ed una user experience decisamente migliorata.