Coronavirus – cosa sta succedendo – i timori dei virus colpiscono l’Africa, i mercati, le chiese

Coronavirus – cosa sta succedendo – i timori dei virus colpiscono l’Africa, i mercati, le chiese

PARIGI (AP) – 28 febbraio 2020 – Parchi di divertimento, eventi sportivi, raduni religiosi, persino scuola. Sempre più cose in una crescente fascia del mondo sono ora colpite dal nuovo virus. E questo è un guaio con i mercati finanziari globali poiché le attività di base, il commercio e il turismo soffrono delle interruzioni.

Lagos Nigeria primo-caso coronavirus africa sub saariana

Immagine in evidenza:  Un uomo che indossa una maschera facciale cammina all’ospedale della Yaba Mainland dove un cittadino italiano che è entrato in Nigeria martedì da Milano in viaggio d’affari, il primo caso del virus COVID-19 è in cura a Lagos in Nigeria venerdì, febbraio 28, 2020. Le autorità sanitarie nigeriane hanno segnalato il primo caso del paese di un nuovo coronavirus a Lagos, la prima comparsa confermata della malattia nell’Africa sub-sahariana.

Ecco alcuni degli ultimi sviluppi:
I PERICOLI DEL DIVERTIMENTO Mentre parti della Cina avevano già vietato eventi divertenti, i danni al resto del mondo dell’intrattenimento si stanno diffondendo rapidamente come il virus. La Disney ha chiuso i suoi parchi a Tokyo per due settimane, dopo aver fatto lo stesso a Shanghai e Hong Kong. La Corea del Sud esporta intrattenimento in tutto il mondo ma sta chiudendo i propri spettacoli, poiché le superstar del K-pop BTS hanno annullato una serie di concerti in programma a Seoul. Il Green Day ha fatto lo stesso. I team di Formula 1 sono preoccupati di poter viaggiare alle gare con la stagione che inizierà tra due settimane. E il governo svizzero sta vietando qualsiasi evento che coinvolga più di 1.000 persone. La più grande vittima: l’annuale Salone Internazionale dell’Automobile di Ginevra, uno degli eventi più importanti dell’industria automobilistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.