Online i404, nuovo progetto editoriale per raccontare il mondo che cambia

Si scrive i404. Si legge i quattro zero quattro.
Il nuovo progetto editoriale, online da oggi, lunedì 17 dicembre 2018, all’indirizzo i404.it, nasce per raccontare com’è cambiato il mondo e dove sta andando, attraverso la scrittura, i fotoreportage e i cortometraggi, con una chiara attenzione al potere comunicativo delle immagini.

i404 logo

Editore della testata è Immedya Magazine & Production, newco del gruppo Immedya, dedicata all’editoria, eventi e produzione cinematografica.

Target del magazine online sono le generazioni native digitali o che hanno vissuto il passaggio e l’espansione di internet.

i404 esplora temi di business, tecnologia, ambiente, sociale, innovazione, food, cinema, moda, architettura, con un approccio non legato all’immediatezza dei fatti, ma che intende fare leva sulla curiosità, la capacità di soffermarsi, magari emozionarsi, di chi vuole saperne di più.

Un contenitore di informazioni, in cui trovare spunti utili per affrontare le sfide che si presentano nella vita personale e professionale di ogni individuo.
Il magazine online è uno strumento per non perdersi, per non navigare a vista.
Per essere consapevoli.

i404 richiama la famosa pagina di errore – scrive la redazione – perché non trovare la strada giusta al primo colpo può far scoprire panorami che altrimenti non si sarebbero scoperti. Perché trovare risposte diverse da quelle che si stavano cercando può indurre a riflessione. E magari, perché no, a cambiare punto di vista.”

Nella mission, una forte spinta ad indagare le evoluzioni in atto, gli obiettivi che gli Stati, la natura, la società ci pongono, talvolta necessariamente ci impongono, come destinazioni a cui approdare. Temi non strettamente legati alla cronaca, si diceva, ma che fanno riflettere, per una conoscenza che può sembrare superflua, ma che è invece capace di far indugiare un momento, per ripartire con un passo diverso.

Vogliamo favorire scrive la redazione de i404 una maggiore consapevolezza e sensibilità agli obiettivi di sostenibilità sociale ed ambientale in perfetta armonia, tra gli altri, con il dettato dell’agenda 2030.
Ispirando, siamo ambiziosi, atteggiamenti positivi.”