Corsi di fomazione per giovani negli istituti salesiani

L’Istituto  salesiano Teresa Gerini Centro di formazione professionale a Roma, in Italia , ha lanciato un’iniziativa per connettere aziende locali e imprenditori a corsi di formazione per giovani al fine di costruire un ponte migliore tra scuola e lavoro. Il primo incontro si è tenuto di recente per discutere di come il centro salesiano e le aziende locali possano lavorare insieme in modo più uniforme ed efficace per gli studenti in cerca di stage e laureati in cerca di lavoro.

Istituto Salesiano Teresa GeriniIl centro è stato fondato nel 1952 in una zona operaia di Roma e attualmente educa più di 700 studenti. È il più grande in Italia e offre corsi nei settori della meccanica, elettromeccanica, elettronica, informatica e robotica educativa.

Sondaggi in Italia hanno recentemente dimostrato che esiste un’alta percentuale di giovani che non vanno a scuola e non lavorano. Molti non hanno le qualifiche e i diplomi validi essenziali per l’occupazione. Il centro di formazione professionale Teresa Gerini salesiana sta lavorando duramente per aiutare gli studenti a ottenere stage più diversificati e prepararsi meglio per la forza lavoro.

Per fare ciò, è necessario costruire relazioni migliori con aziende e imprenditori locali. È anche fondamentale che il centro salesiano stia insegnando competenze e corsi di studio pertinenti desiderabili e necessari nel mercato locale.

Il primo incontro tra il centro salesiano e le aziende locali ha avuto luogo il 18 ottobre. Hanno partecipato studenti del quarto anno che studiano elettronica, informatica e robotica educativa. Hanno organizzato l’incontro e introdotto, attraverso presentazioni multimediali, le loro esperienze educative implementate sotto la guida del loro insegnante.

Numerosi ospiti che hanno partecipato al primo incontro hanno richiesto che si tenessero più eventi in modo che gli studenti potessero mostrare il loro lavoro. I leader aziendali hanno incoraggiato gli studenti a impegnarsi per ulteriori analisi, pianificazione e sviluppo dei loro progetti. Hanno sottolineato che attraverso l’impegno e la determinazione degli studenti possono cambiare il loro destino e quello della società.

“I programmi salesiani in tutta Italia aiutano i giovani che non sono in grado di frequentare la scuola e altri che abbandonano il lavoro per i pochi lavori a loro disposizione”, afferma padre Mark Hyde, direttore delle Missioni salesiane , il braccio di sviluppo americano dei salesiani di Don Bosco. “La formazione professionale è un percorso educativo che funge da ponte altamente efficace tra lavoro e scuola. Le riunioni che si svolgono tra i centri educativi salesiani e le imprese locali aiutano a garantire agli studenti un’esperienza di lavoro reale attraverso i tirocini e facilitano le transizioni nella forza lavoro ”.

L’Italia, la terza economia europea, ha quasi 2 milioni di bambini che vivono in povertà, secondo l’UNICEF. Il tasso di povertà è aumentato a seguito della crisi economica dell’Europa. La disoccupazione è ai massimi livelli dalla fine degli anni ’70, con un tasso complessivo di disoccupazione al 12,5 percento e la disoccupazione giovanile fino al 41 percento.

Secondo l’UNICEF, un numero crescente di giovani vive lontano dalle proprie famiglie in rifugi temporanei e all’interno di programmi governativi e di beneficenza a causa di un sostegno inadeguato o negligenza da parte delle loro famiglie. I programmi salesiani lavorano per combattere queste sfide fornendo servizi di accoglienza, alimentazione, istruzione e sviluppo della forza lavoro per i giovani bisognosi.

###

fonti:

Foto ANS (autorizzazioni e linee guida per l’uso devono essere richieste a  ANS )

ANS – Italia – Primo incontro “School & Business Synergy”

Missioni salesiane – Italia

UNICEF – Povertà italiana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.