Arredi di pregio

E’ palpabile il clima di grande attesa tra vecchi e nuovi clienti per la ormai prossima Mostra dell’Antiquariato di Ottobre nella nostra sede di Cambiago, un appuntamento che è già un classico nel calendario delle nostre Fiere.
Eccovi quindi in anteprima qualche assaggio di quello che troverete esposto nel nostro mercato il 18,19,21,23 e 25 Ottobre prossimi.

I primi due pezzi che vi proponiamo ci portano in piena epoca Napoleonica: si tratta di una psiche e di un letto a barca che ben si prestano a rappresentare i canoni decorativi e architettonici dell’epoca Impero. In consonanza con lo spirito dei tempi che vedono la dirompente potenza delle armate napoleoniche travolgere l’assetto tradizionale della vecchia Europa, anche l’architettura del mobile deve esprimere forza e potenza e legittimare le aspirazioni imperiali di Napoleone: l’arte classica, sostegno ideologico all’Impero, e la “grandeur “ sono quindi i motivi ricorrenti che impongono nel mobile linee nette e robuste. Abbiamo così mobili lineari arricchiti da colonne, capitelli, cimase a timpano che ricordano i templi dell’antichità; le colonne reggono parti sporgenti e i piedi non sono più sinuosi e leggeri, ma a plinto oppure a zampa leonina.
A livello decorativo i mobili vengono arricchiti con intagli che richiamano la mitologia greca o egizia: caratteristiche dell’epoca sono le sfingi, i cigni, i leoni e tanti altri riferimenti all’arte antica e ai suoi motivi.
Nella psiche che proponiamo quest’anno si può ben notare come l’eleganza delle cornici e dei capitelli intagliati e dorati siano inserite architettonicamente in una struttura che richiama l’immagine del tempio: osservate come le colonne infatti sembrano sostenere tutto l’insieme del mobile.

Nel letto con testiera a barca troviamo invece un esempio perfetto di quanto esposto sopra circa lo stile decorativo: in legno intagliato e dorato od ebanizzato si identificano sui fianchi il volto alato di Mercurio, sul fronte due sfingi che si fronteggiano, mentre al centro una biga con un putto come auriga è trainata da un leone; anche le gambe a forma di zampa leonina sono arricchite da volti felini.

Altro arredo di gran pregio che troveremo in esposizione il 18 Ottobre è un grande salotto. Con questo arredo, ci spostiamo nel tempo alla seconda metà del secolo XIX, in un tardo Carlo X. I tempi sono cambiati e il gusto Impero è superato: ora troviamo canoni decorativi che richiamano altre epoche passate, mentre l’utilizzo delle essenze è influenzato dal gusto nordico dei vicini, e da poco non più invasori, austriaci. E’ un salotto di una nobile famiglia del nord: la leggenda familiare lo racconta commissionato per accogliere la regina a prendere il tè.

Composto da divano a tre posti, otto poltrone, tavolo da pranzo ,tavolo scrittoio con alette, tavolino de tè ed una straordinaria vetrina a sei antine, è tutto lastronato in radica d’acero filettata in ebano e palissandro con diversi motivi intagliati nelle cimasine e nei braccioli.

Mentre le poltrone e il divano sono retti da gambe tornite a torciglione la credenza presenta dei piedi a vasetto tornito ed intarsiato e il tavolo rotondo una gamba a fusto centrale intarsiata con grande eleganza. La finezza dell’arredo non è solo data dalla qualità dell’intaglio e dell’intarsio, di cui abbiamo un ottimo esempio sul piano del tavolo, ma anche dall’estrema raffinatezza e cura dei particolari: basta osservare l’interno della vetrina per rendersene conto. Insomma veramente un salotto degno di una regina!

E dopo questo excursus nelle atmosfere e nel gusto dei secoli passati, torniamo al presente, anzi al prossimo futuro: vi aspettiamo dal 18 ottobre per gustare dal vivo questi e i tanti altri pezzi che verranno proposti in occasione della nostra Mostra dell’Antiquariato di Ottobre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.