Sharing is caring: la “policy” della condivisione nelle organizzazioni secondo Maiutiké

Quanto può essere vero questo antico proverbio africano? Quanta efficacia può avere se applicato all’interno della propria azienda? Moltissima secondo Maieutiké.

Il metodo formativo esperienziale così come applicato da Maieutiké all’interno delle organizzazioni pone un forte accento sul potere della riflessione (come secondo momento cruciale nel ciclo dell’apprendimento teorizzato da Kolb) e della condivisione all’interno dei gruppi di lavoro.

Riflessione e condivisione come strumenti di crescita e cura verso l’altro. C’è il momento della condivisione delle aspettative a inizio corso che aiuta ad indirizzare l’intervento formativo, vi è poi la condivisione durante la riflessione come mezzo per capire come sta il gruppo e a quale punto si trova e per finire vi è la condivisone della stessa vision per comprendere dove il gruppo sta andando. Condividere è un’attitudine che denota cura verso la persona con cui si è deciso di dividere il proprio pensiero e la cura costruisce senso di appartenenza e senso di riconoscimento, ponendo le basi per un rapporto di stima reciproca (vedi Maslow, la piramide dei bisogni http://it.wikipedia.org/wiki/Abraham_Maslow) .

Beatrice Monticelli

http://arelativethinking.blogspot.it/

Per ulteriori informazioni:

[email protected]

www.maieutike.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.