Sardine antagoniste di Salvini – come sono viste dall’estero

Sardine antagoniste di Salvini – come sono viste dall’estero

Mentre il capo del Partito della Lega di destra Matteo Salvini fa campagna nelle regioni critiche prima delle elezioni regionali, un movimento di base sta dimostrando che la sua piattaforma popolare è molto attiva e pronta a partecipare alle contestazioni di piazza.

Il 12 novembre, oltre 12.000 persone si sono presentate alla manifestazione di Matteo Salvini in Emilia-Romagna per protestare contro la sua politica di destra, in un movimento di base ora noto come Sardine.

Sardine contro Matteo Salvini
In Italia, l’espressione “impacchettata come sardine” ha ora assunto un significato politico.

Il 12 novembre , quattro amici decidono di cercare  di organizzare una manifestazione contro i sostenitori del partito della Lega di Matteo Salvini ad un raduno nella regione Emilia-Romagna, a nord di Firenze, nel tentativo di protesta estrema destra di Salvini.

Ai partecipanti, mobilitati tramite il sito di social media Facebook, è stato chiesto di evitare di portare bandiere, partiti politici o insulti nella piazza principale di Bologna. I banner o i poster potevano contenere solo sardine. Un organizzatore, Mattia Santori, ha dichiarato : “A coloro che gridano più forte, stiamo rispondendo silenziosi come i pesci, ma in un banco, stipati uno accanto all’altro. Ci sono più di noi di loro. ”

L’obiettivo delle Sardine era quello di riempire l’arena sportiva di 5.700 capacità utilizzata per il rally. Mentre pioveva a dirotto sulla piazza, gli organizzatori hanno visto più sostenitori di quanto inizialmente previsto – altre migliaia. Secondo il fondatore Andrea Garreffa, “Alla fine arrivarono tra le 12.000 e le 15.000 persone. C’erano persone di tutte le età, ammassate come sardine sotto la pioggia. La loro presenza era un messaggio di opposizione all’odio che l’estrema destra sta cercando di portare in Emilia-Romagna. “Santori ha espresso :” Le sarde stanno semplicemente cercando di fermare la deriva verso il populismo … Stiamo cercando di svegliare un popolo stanco di vedere i loro valori calpestati sotto i piedi. ”

In un paese che ha lottato per riprendersi dopo la crisi economica e ha anche sofferto di instabilità politica negli ultimi anni, lo slogan populista “prima gli italiani” è innegabilmente attraente. Le promesse della campagna assicurano ai cittadini che un voto di destra assicura che le esigenze degli italiani saranno prese in considerazione prima di quelle dei rifugiati e dei migranti e che i valori tradizionali che non servono più un’Italia moderna cadranno.

Sei giorni dopo la prima protesta, 7000 persone si sono infiltrate in un’altra piazza locale – questa volta a Modena. Nel giro di poche settimane, le sardine si sono trasformate in un movimento a tutti gli effetti, anti-destra. Sono previsti raduni per Palermo, Reggio Emilia, Perugia, Rimini e persino New York, con ulteriori anticipazioni nei prossimi mesi.

La reazione di Salvini ai manifestanti è stata di liquiddare e disprezzare, twittando “Gratta una sardina e troverai un PD’er”, in riferimento al partito democratico di sinistra e attualmente al potere.

A Modena, Salvini ha anche detto “La prossima volta, andrò in piazza con loro”. Ma finora, il leader dell’ala destra non sembra aver trovato il modo di scoraggiare i manifestanti e ha evitato di chiedere lo stesso tipo delle manifestazioni che ha tenuto nelle precedenti elezioni regionali, probabilmente a causa della paura di organizzare contromisure. Al recente lancio di un libro a Roma, ha detto ai giornalisti: “La vita è molto bella, guardando Google tutto il giorno per capire dove sarò e poi venire e protestare contro di me. Ma credo che vinceremo in Emilia-Romagna. ”

Questa regione è cruciale per la strategia di Salvini. Dalla seconda guerra mondiale, è stata governata esclusivamente da partiti di sinistra, ma Salvini spera di “liberare l’Emilia-Romagna” il prossimo 26 gennaio giorno di voto. Finora, ha vinto tutte le elezioni locali tenutesi nel 2019, inclusa una storica vittoria in Umbria, che è stata governata dal centrosinistra per mezzo secolo. Il trionfo di Salvini nella regione ha portato sia i sondaggisti che i politici a chiedersi per quanto tempo sopravviverà il governo nazionale di Roma.

Un periodo turbolento nella politica italiana

Lo scorso agosto, l’Italia ha avuto conflitti politici quando si è verificata una caduta tra i partiti della coalizione di governo, che ha portato alle dimissioni del Primo Ministro Giuseppe Conte.

Il presidente Sergio Mattarella è stato chiamato a formare un nuovo governo. Se Mattarella non fosse in grado di stabilire una maggioranza, si terranno le elezioni anticipate – un risultato auspicato dal Vice Primo Ministro e dal capo del Partito della Lega Salvini, che mirava a forzare le elezioni, guadagnare più voti e governare con una coalizione adeguata.

Ma Salvini è stato estromesso quando il Movimento a 5 stelle e il Partito Democratico si sono riuniti all’ultimo momento in un’alleanza e hanno invitato Conte a riprendere la sua posizione di Primo Ministro.

Dall’unificazione, la coalizione ha subito scontri e alcuni mettono in dubbio la stabilità e la capacità del governo. Al contrario, i recenti sondaggi d’opinione della Lega anti-migranti e anti-tasse mostrano che è il partito più popolare in Italia, che detiene circa il 30 percento dei voti e continua a raccogliere sostegno nelle regioni con una politica di sinistra storicamente forte.
Una vittoria di Salvini nella regione Emilia-Romagna avrebbe un impatto enorme e servirebbe a sfidare la forza della coalizione PD / 5 stelle.

Nelle settimane – e nelle proteste – a venire, resta da vedere se il movimento di base delle Sardine sarà sufficiente per evitare una potenziale vittoria dell’ala destra.

Katherine Whittaker Katherine Whittaker

Katherine è una scrittrice e Youtuber residente ad Atene. Precedentemente redattrice digitale della rivista SAVEUR, ora lavora come freelance, concentrandosi principalmente sull’intersezione di cibo, politica o cultura. Ha conseguito un doppio master in giornalismo e studi europei presso la New York University.

FONTE:  www.southeusummit.com
IMMAGINE: pixabay.com
AUTORE: Katherine Whittaker

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.