Ricchiuti – PPI – “Maledetti studi di settore , una boiata tutta italiana”

Roma 29 ottobre 2014 – News politica e istituzioni

La piccola impresa italiana – dichiara Lino Ricchiuti intervistato da area press – ovvero quelle da zero a 15 dipendenti e che producono oltre il 90% del PIL è strangolata da diversi cappi, ma il primo e più stringente non è la “mancanza di credito”, come si vorrebbe far credere, bensì gli “studi di settore”.

Un sistema di calcolo dell’Agenzia delle Entrate che in base a diversi “parametri”, decide quale dovrebbe essere il fatturato di un’impresa. Praticamente ti obbligano a dichiarare redditi mai effettivamente percepiti, e su di essi a pagare le tasse!

E’ una forma di tassazione patrimoniale espressamente vietata dall’ art.53 della Costituzione! Un esempio, per chi fosse a digiuno di formule contabili: tu fatturi 40.000 euro ma in base ai suoi parametri (ubicazione geografica, età, numero clienti ecc.) lo Stato dice che devi aver fatturato almeno 55.000 euro, e che su di essi devi pagare! Stanno facendo chiudere migliaia di piccole aziende con questo sistema! Bisogna fermarli e nessuno lo fa, nessuno propone niente !

Ascolto solo slogan , mentre noi con le nostre piccole forze e con la nostra componente parlamentare , stiamo preparando sia una mozione per anti costituzionalità sia una abolizione della stessa norma con un ritorno al calcolo analitico. Quello che vedo è uno slogan di comodo “aboliamo gli studi di settore “ giusto per accaparrarsi un pò di consenso , piccoli o grandi pseudo leader che crescono senza neanche sapere di cosa si stia realmente parlando e senza prendere nessuna reale iniziativa. Solo chiacchiere e distintivo.

E’ in atto il vecchio progetto dell’oligarchia (apertamente dichiarato dal defunto Padoa Schioppa) per spazzare via i piccoli imprenditori perchè “dispersivi e poco competitivi” e rimodulare l’economia su grandi gruppi, più controllabili e ricattabili! Occorre una grande mobilitazione dei piccoli e piccolissimi imprenditori che non potrebbero vivere senza la loro attività, il piccolo artigiano, la parrucchiera, il rappresentante, il meccanico, il barista ecc. Solo noi del Popolo Partite Iva , possiamo farlo, nessuno dei partiti che formano l’oligarchia si sogna di cambiare questo stato di cose! Vi prego, pensateci e dateci una mano ! Altrimenti questi mascalzoni – conclude Ricchiuti – ci faranno morire tutti!

contatto pagina sociale di Lino Ricchiuti –> https://www.facebook.com/Ricchiuti.Lino

Popolo Partite Iva – autonomi e lavoratori UNITI
sede operativa c/o Uffici del Senato – palazzo Beni Spagnoli
Piazza Luigi dei Francesi. accanto a Palazzo Madama – Roma
mail : [email protected]il.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.