Energia alternativa: 3 modi per salvaguardare il pianeta

Energia alternativa, energia verde, energia sostenibile: chiamatela come volete ma, per favore, chiamatela! L’Italia, per fortuna, è uno dei Paesi nel mondo con maggior conoscimento ed applicazione di queste nuove forme di energia che rispettano l’ecosistema e soprattutto possono “salvaguardare” anche il nostro portafogli.

Si parla sempre più di certificati bianchi, di certificazioni europee green per le aziende, di approccio eco-bio al mondo delle bollette. Ma per iniziare un percorso fatto di rispetto e risparmio il primo passo parte da noi. Dalle nostre case, dalle nostre abitazioni. Oggi vi illustriamo ben 3 forme di energia alternativa per iniziare una piccola-grande rivoluzione partendo dal nostro piccolo. Pronti ad iniziare questo viaggio?

Energia alternativa ovvero impianto fotovoltaico

Decidere di installare un impianto fotovoltaico conviene… e molto! L’impianto fotovoltaico è uno strumento che consente di convertire l’energia solare in energia elettrica. Il tutto grazie agli ormai famosi moduli fotovoltaici e ad un altro elemento principale chiamato inverter che permette trasformare la corrente continua in corrente alternata, in modo da poter essere utilizzata nelle nostre abitazioni.

Lo Stato italiano da molti anni sta incentivando l’installazione di impianti fotovoltaici con l’approvazione di numerosi bonus per gli utenti. Esiste un bonus del 50% che rientra nel cosiddetto bonus ristrutturazioni e consta di una detrazione dall’Irpef relativo a tutto l’importo della spesa, ed anche per l’acquisto-progettazione-installazione dell’intero impianto. Sebbene l’installazione di un impianto fotovoltaico presupponga una spesa iniziale importante, con gli anni diverrà una scelta non solo etica ma anche economicamente positiva.

Biogas: tutto quello che c’è da sapere

Il Biogas, conosciuto anche come Gas Verde, nasce da residui della produzione agroalimentare  come carne, pesce, frutta, verdura e dalle acque reflue di depuratori e dall’allevamento. Il Biogas è realmente verde visto che è un prodotto 100% naturale: crea i cosiddetti digestati come scarti che vengono utilizzati come fertilizzanti. Prima che possa essere immesso nella rete dei gasdotti nazionali, il gas verde deve seguire un processo di rimozione di acqua e di anidride carbonica che lo trasformerà in biometano.

Attenzione ai cari amici elettrodomestici

Se biogas ed impianti fotovoltaici possono sembrare delle scelte radicali, importanti e da ponderare bene un altro modo per creare energia alternativa parte dai nostri cari amici elettrodomestici. Sono fondamentali per la nostra esistenza ma vanno sempre e comunque usati con moderazione. Forno elettrico, frigorifero, lavastoviglie, lavatrice e vasca idromassaggio sono gli elettrodomestici che consumano di più. Per evitare di consumare e spendere tanto vi consigliamo di staccare sempre la spina di quelli che usiamo meno o una tantum, usare un voltometro per misurare quanto stiamo consumando ogni giorno e soprattutto usare delle multiprese.

Energia alternativa ha un sinonimo ed è rivoluzione, quella che parte da noi stessi. Dal nostro io e dalle nostre case. Attraverso una sorta di ambage tutto ciò che faremo di positivo per l’ambiente ci tornerà indietro amplificato. Provare per credere!