Il nuovo fondo di garanzia per i risarcimenti medmal

Novità Decreto Gelli: Istituito un fondo di garanzia

Maggiori tutele per il paziente in caso di risarcimento danni

Con l’entrata in vigore della nuova legge (Gelli-Bianco) vanno ad integrarsi alcuni strumenti a favore del paziente danneggiato. Tra questi ultimi riscontriamo l’istituzione di un fondo di garanzia per i danni derivanti dalla responsabilità medica.  Il principale obiettivo di questo fondo è quello di assicurare un giusto risarcimento al paziente in uno dei seguenti casi:

– Nel caso in cui i massimali assicurati siano di importo inferiore rispetto alla somma da risarcire;

– Laddove il medico o la struttura sanitaria siano assicurati presso un’impresa in stato di insolvenza, liquidazione coatta amministrativa;

– Nel caso in cui il medico o la struttura non  sia assicurato.

Secondo i consulenti della Belardo Broker srl tale fondo di garanzia darà un aiuto concreto ai casi particolari come per i Ginecologi o altri medici che non riescono a pagare premi annuali superiori alle € 10.000,00 per ottenere massimali adeguati.

Gestione del fondo di garanzia

L’Art. 14 del decreto legislativo predispone che tale fondo venga alimentato da un versamento annuale da parte delle strutture autorizzate all’esercizio delle assicurazioni per la responsabilità civile sanitaria come da punto 1 del suddetto articolo: “E’ istituito, nello stato di previsione del Ministero della Salute, il Fondo di garanzia per i danni derivanti da responsabilità sanitaria. Il fondo di garanzia è alimentato dal versamento di un contributo annuale dovuto dalle imprese autorizzate all’esercizio delle assicurazioni per la responsabilità civile per i danni causati da responsabilità sanitaria. A tal fine il predetto contributo è versato all’entrata del bilancio dello Stato per essere riassegnato al fondo di garanzia. Il Ministero della salute con apposita convenzione affida alla Concessionaria servizi assicurativi pubblici (CONSAP) Spa la gestione del Fondo di garanzia.”

Regolamento attuativo e Punti da definire

Il regolamento che gestirà il fondo sarà emanato entro 120 giorni dall’entrata in vigore della legge (01.04.2017), dal Ministero della Salute in concomitanza con il Ministro dello sviluppo economico e con il Ministro dell’economia. Esso dovrà definire tra le altre cose, la misura del contributo  e le modalità di versamento dello stesso, da parte delle imprese autorizzate.