“Una pagina di te. I versi ed i ritmi per una donna” di Nini Ferrara. in scena l’otto.marzo.20undici.

La donna non è un ambito traguardo per l’uomo, ma una figura sacra, come il ventre materno, è la parte mancante dell’uomo che la completa.

Difficili e tortuosi sono l’attesa, il cercarsi, il riconoscersi, un susseguirsi di desiderio infinito, di passione, di orgoglio, di paura, di diffidenza, di pudore, di illusione, di rinuncia leopardiana, e di arresa anche. Per non sciupare nulla. E come ciò che è andato via non è perduto o lasciato. E’ stato. E’ il ricordo. Ma mai leggiamo il peso di delusione o di rimpianto. E il nulla o il tutto divengono poesia. Quella poesia talvolta semplice ed essenziale talaltra più vorticosa e sincopata che in entrambi i casi ci offre una vasta gamma di emozioni e una straordinaria abilità letteraria di un uomo che intinge la sua penna nella dimenticanza di Brecht, nella leggerezza di Calvino e nella sua dignità.

L’appuntamento unico è per l’8 marzo 2011 alle 21,00

L’ingresso, previa prenotazione, è riservato ai soli soci dell’Associazione Culturale “Le Officine Teatrali” Via Raffaele Battistini, 18 – Roma

Per info, contatti o prenotazioni, si prega di scrivere a [email protected] o telefonare ai numeri 329.3255137/349.1997525

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.