I gioielli nell’era dell’ artigianato digitale

Arte, artigianato, moda e design si incontrano e danno vita a oggetti preziosi e unici: i .

Nella storia del gioiello di design il primo contributo in termini di innovazione design driven si deve a Gijs Bakker e alla sua collezione Chi ha paura…? del 1996 quando il maestro olandese lanciò una collezione online di gioielli di designer. I progettisti invitati – da Ron Arad a Marc Newson, da Marcel Wanders a Rolf Sachs, Hannes Wettstein, Konstantin Grcic, Tjep, Tord Boontje, Studio Job, i fratelli Campana oltre allo stesso Bakker – interpretarono il gioiello considerando come valore prioritario il progetto e non la preziosità del materiale.

Oggi la cultura artigianale incontra le nuove tecnologie sfruttando in particolare la tecnica del 3D printing ed è per questo che si parla di artigianato digitale.

Il lato artigianale del processo sta anche nel fatto che, pur partendo dallo stesso modello CAD, il gioiello 3d stampato non risulta mai perfettamente uguale ad un altro, ma i modelli differiscono in piccoli particolari, come se fossero stati realizzati a mano, dei pezzi “unici”.

La festa degli innamorati è alle porte e se per l’occasione decidete di regalare qualcosa di speciale come un gioiello vi consigliamo le creazioni Falabrac caratterizzate dal design ardito che contraddistingue il marchio.

A tal proposito, proprio per San Valentino, è possibile acquistare i gioielli Falabrac approfittando di uno sconto del 10% sullo shop online http://shop.falabrac.it/ con il coupon “valentino14“!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.