Ciuccio e neonati: come farne buon uso

Il ciuccio (anche detto succhietto o gommotto) è la tettarella in gomma che simula il capezzolo materno, e per questo ha la capacità di placare il pianto dei neonati. La somministrazione del ciuccio deve essere però regolata da alcune nozioni indispensabili per garantire una crescita corretta al neonato. Anzitutto va detto che il succhietto può essere somministrato indifferentemente subito dopo la nascita o dopo un mese, ma in nessun caso l’uso deve essere protratto oltre i 3 anni d’età. La funzione del ciuccio è infatti quella di aiutare il bambino a rendersi autonomo rispetto al seno materno. I vantaggi nell’uso del ciuccio vanno dal favorire un riposo e un risveglio sereno, alla riduzione delle dermatiti da contatto sul viso del neonato. Tuttavia, se l’uso è protratto, il ciuccio potrebbe anche interferire con lo sviluppo corretto del palato. Infine anche la scelta del ciuccio deve essere fatta in modo oculato: il succhietto deve avere uno scudo forato per permettere all’aria di passare tra i fori, e deve avere una forma diversa in base all’età del bebè. La pagina http://www.mediafarma.it/news_73_ciuccio-e-neonati-usarlo-o-no è dedicata a chiarire tutti i dubbi sull’uso del ciuccio. Inoltre, sempre su www.mediafarma.it/news_73_ciuccio-e-neonati-usarlo-o-no sono presenti domande e risposte più frequenti riguardo questo argomento. Clicca qui se desideri avere maggiori informazioni su un uso corretto del ciuccio per il tuo bebè!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.