I cerchi della Hula-Dance per fare ballare i bambini distanti, Club Esse ripensa l’animazione nei villaggi per favorire la ripartenza

La catena alberghiera italiana pronta ad accogliere gli ospiti nelle sue strutture in Sardegna, Sicilia, Calabria e Abruzzo.
Spazi, offerta, servizi, intrattenimento: tutto è stato riorganizzato per garantire la sicurezza senza smettere di “scegliere la felicità”

Roma, 1 giugno 2020 – La baby-dance diventa Hula-Dance, con i bambini impegnati a ballare rimanendo all’interno di cerchi poggiati a terra e distanziati, e gli animatori che si occupano di loro aumentano di numero, in modo da gestire gruppi più piccoli e meglio sorvegliati. L’accesso al mare e alla piscina resta libero, purché ci si mantenga lontani dagli altri bagnanti, mentre le postazioni in spiaggia vengono ridisegnate, così che tutti possano goderne con assegnazioni quotidiane.
Club Esse (www,clubesse.it), catena alberghiera italiana che ha all’attivo villaggi e resort in alcune tra le più belle località balneari di Sardegna, Sicilia, Calabria e Abruzzo, è pronta alla ripartenza, cercando di coniugare nel miglior modo possibile l’esigenza di sicurezza degli ospiti e il loro bisogno di divertimento, riposo e relax, specialmente dopo i mesi drammatici che hanno contraddistinto i picchi di contagio del Covid19. L’animazione, cuore pulsante dell’offerta di Club Esse, è stata riorganizzata senza perdere i suoi caratteri di eccellenza, ma facendo sì che tutte le attività sportive, ludiche e di intrattenimento permesse si svolgano o singolarmente o alla necessaria distanza, ma sempre con piacere.
“In questo periodo di emergenza abbiamo lavorato intensamente per farci trovare pronti alla ripartenza – spiega Marco Baldisseri, Chief Marketing Officer di Club Esse -. L’abbiamo fatto con la massima serietà, come sempre quando si tratta della sicurezza dei nostri ospiti e dei nostri collaboratori, ma senza dimenticare che il relax e il divertimento non possono mancare in una vacanza vera. La formula del villaggio turistico segue dinamiche da cui non si può prescindere, che vanno certamente adattate alle nuove regole, ma non eliminate. Per questo abbiamo usato tutta la nostra fantasia per elaborare un piano di ripartenza della stagione estiva che sia pienamente conforme alle normative vigenti e ai protocolli nazionali e regionali (e che si possa adeguare alle loro eventuali modifiche), ma tenendo fede al nostro motto, che è #sceglilafelicità”.
Molti gli accorgimenti che sono stati presi per salvaguardare la salute degli ospiti (e dei dipendenti, sottoposti costantemente a sorveglianza sanitaria). Sarà possibile iniziare la vacanza in tutti i giorni della settimana, per scaglionare gli arrivi e gestire gli ingressi in sicurezza; le aree di maggior passaggio all’interno delle strutture saranno fornite di stazioni gel-igienizzante; il numero dei soggiorni venduti varierà in base alla capienza delle aree ristorante, dove i tavoli, debitamente distanziati, saranno assegnati uno per camera; i buffet verranno schermati e i cibi serviti direttamente dal personale, senza self-service. Le zone per la colazione sono state riorganizzate e ampliate, utilizzando anche spazi esterni, e chi sceglierà la formula pernottamento e prima colazione fruirà, se lo desidera, di una linea dedicata di ristorazione espressa da asporto, in modo da poter poi consumare il cibo all’aperto o in camera.
Ancora: camere, sala ristorante, bar, reception, divani, sdraio e lettini saranno sanificati a cadenza regolare con specifici macchinari di ultima generazione, la biancheria da letto e da bagno arriverà in struttura con rigorosi certificati di idoneità che seguono le linee guida dell’OMS e dell’ISS. Saranno assegnate camere Covid-free, cioè precedentemente sanificate con tecnologie all’avanguardia e poi igienizzate quotidianamente. A tutela di tutti, ogni ospite dovrà fornire un’autocertificazione in cui dichiari di non aver contratto il Covid19, di non averne i sintomi e di non essere esposto a provvedimento di quarantena.