Recupero dei Metalli Preziosi la Miniera è Nei Rifiuti Tecnologici

Il recupero dei metalli preziosi è una delle attività che nel prossimo futuro conoscerà una crescita esponenziale alimentata dal nuovo trend green tanto sponsorizzato dal mainstream mediatico e da alcuni personaggi pubblici.

Il recupero dei metalli preziosi non è certo una trovata mediatica dell’onda green, da decenni in paesi come il Giappone dove hanno promosso una politica industriale che ha portato alla nascita di un settore che recupera metalli preziosi ormai in modo ininterrotto.

Oggi il valore di queste attività è riconosciuto anche per il suo contributo all’ambiente, il settore compro oro Firenze e di ogni altro luogo in italia, e non solo, è stato tri i primi nel nostro paese a fornire un apporto costante alla politica del riciclo dei metalli preziosi come oro e argento.

Nonostante ciò a causa del gran numero di rifiuti tecnologici è necessario che anche il nostro paese realizzi strategie che favoriscano lo sviluppo di un settore industriale in grado di recuperare non solo i metalli preziosi ma anche quelli meno nobili ma altrettanto necessari per la realizzazione di nuovi oggetti.

A rendere ancor più necessario il recupero dei metalli è anche il fatto che il nostro paese non è un produttore diretto di metalli, molti dei quali pesano sulla bilancia commerciale delle importazioni.

Riciclando metalli da oggetti come smartphone, computer, ecc si avrebbero benefici in molti ambiti.

In ambito ambientale evitando uno smaltimento sbagliato di tali rifiuti

In ambito finanziario alleggerendo le importazione dall’estero di almeno una parte dei metalli

In ambito occupazionale in quanto il riciclo dei rifiuti è uno dei settore che cresceranno maggiormente nei prossimi anni

In ambito economico andando a promuovere nuove aziende e nuovi indotti in un periodo in cui molti settore potrebbero subire una crisi irreversibile proprio a causa del cambiamento green.

Tutti questi motivi sono più che sufficienti perché anche le autorità comincino a pensare ad un vero cambiamento soprattutto dopo due anni di totale immobilismo in cui si sono concentrate su una politica sanitaria che ha portato danni incalcolabili anche alla sostenibilità.

Ambiente e rifiuti quali possibilità

La politica green che sembra voglia essere introdotta a livello globale ha prodotto una serie di possibilità ed opportunità anche in europa per ottenere finanziamenti anche a fondo perdute per quelle aziende che aiutino la transazione verso una economia più sostenibile.

Nonostante il nostro paese possa contare su eccellenze in vari ambiti che potrebbero avere la possibilità di ottenere i mezzi finanziari per sfruttare i finanziamenti messi a disposizione dalle autorità mondiali.

Ciò che preoccupa è una classe politica ormai da decenni abituata a muoversi solo su interessi che poco hanno a che fare con il progresso ed il cambiamento.

La politica del nostro paese è abituata da decenni ha creare inutili passaggi burocratici, perennemente intenta a soffocare qualsiasi entusiasmo e slancio da parte di imprenditori veri che non hanno il tempo di corteggiarla ne nelle sedi istituzionali ne sui media mainstream.

Questo fatto ha portato ad una mentalità imberbe totalmente incapace di pensare in modo maturo e funzionale a qualsiasi cambiamento, questa incapacità di dare slancio all’iniziativa privata è un fatto tutto italiano che non trova riscontri nel mondo occidentale che è conosciuto per essere basato sulla libertà anche economica.