Marotta: Prevenzione, prevenzione e prevenzione, questo è il motto dei volontari Mondo libero dalla droga

 

Continuano le attività di prevenzione a Marotta. Sabato in occasione del Mondial Beach Soccer i volontari si sono impegnati in un ampia attività di informazione con la distribuzione di più di 600 opuscoli.

Bisogna sapere LA VERITA’ SULLA DROGA per cambiare rotta.

Non si tratta di legalità o illegalità quando si parla di dipendenza, bisogna sapere che le più recenti droghe di passaggio sono legali.

Per esempio basti pensare che passare gradualmente dall’abuso di farmaci prescritti (oppiacei) all’eroina è la moderna tendenza della tossicodipendenza. Alcuni antidolorifici fati usare agli sportivi per reali distorsioni o problemi fisici, hanno portato alla dipendenza. Altre statistiche dicono che:

1 su 15 individui che prendono antidolorifici che non necessitano di prescrizione medica proveranno eroina entro 10 anni;

26 milioni di persone fanno uso di oppiacei in tutto il mondo;

1,3 milioni di persone sono ad alto rischio di oppiacei

In Europa

654.000 consumatori di oppiacei si sono sottoposti alla terapia sostitutiva nel 2017;

nel 35 % circa delle richieste di trattamento per tossicodipendenza nell’Unione europea gli oppiacei risultano essere la principale sostanza stupefacente:

85% di oppiacei sono rinvenuti nei casi di overdose mortali

Visto che questo fenomeno dilaga a macchia d’olio, diventando una delle piaghe più distruttive a livello planetario, emerge l’importanza di creare una cultura libera dalla droga, per far si che le persone possano ancora provare quelle emozioni e gioie che sono comunque l’unica ragione del vivere, proprio come sosteneva l’umanitario L. Ron Hubbard.

Questi e altri “milioni” di motivi spingono i volontari a fornire le corrette informazioni ai giovani, famiglie e a tutti coloro che possono essere influenzati da questo fenomeno.

Per informazioni visita il sito: www.drugfreeworld.org