Reputation Science: Auro Palomba spiega la missione a Le Fonti TV

Considerato uno degli advisor più autorevoli e competenti nell’ambito della comunicazione, Auro Palomba è stato ospite del programma “Le Fonti”, dove ha parlato di diverse tematiche all’ordine del giorno, spaziando dalla comunicazione digitale ai social network fino alla fondazione della società Reputation Science, della quale è Presidente.

Auro Palomba

Auro Palomba parla della fondazione di Reputation Science a Le Fonti TV

Le aziende sono in grado di comunicare e di gestire la loro reputazione in maniera adeguata? Auro Palomba, professionista del settore, è intervenuto nell’ambito del programma web “Business Leaders” di Le Fonti per parlare di Reputazione Digitale. “Fino a qualche anno fa era possibile gestire personalmente la comunicazione, soprattutto sull’onlie. Ai miei clienti suggerivo di parlare, di comunicare il meno possibile, ma ad oggi se non lo fai tu per te stesso, lo faranno gli altri per te. Il concetto è cambiato, non puoi scegliere se essere assente o presente, devi esserci costantemente combattendo con una serie di agenti esterni positivi o negativi che siano”. L’esperto advisor è Presidente e Co-Founder di Reputation Science, la prima società italiana che gestisce la reputazione integrata di manager, imprenditori e aziende, unendo le capacità di analisi di Reputation Manager e quelle di comunicazione di Community. Auro Palomba ha spiegato, inoltre, il metodo scientifico, rigoroso e preciso utilizzato da Reputation Science per il management della reputazione.

Auro Palomba: la figura dell’Ingegnere Reputazionale

Reputation Science è stata la prima azienda italiana ad ideare un meccanismo di comunicazione virtuoso, come riferisce Auro Palomba: “In passato si procedeva casualmente. Non disponendo degli strumenti adatti, si cercava di ipotizzare il pensiero del pubblico. Oggi abbiamo un metodo, abbiamo la possibilità di rilevare scientificamente le informazioni, utilizzando i social network, il web e la rassegna cartacea”. Nel corso dell’intervento il manager ha spiegato la figura dell’Ingegnere Reputazionale: “Nella nostra struttura abbiamo analisti, ingegneri, comunicatori e giornalisti. Avvertiamo la necessità di persone in grado di leggere dati, ci sono poche figure che sanno farlo e al contempo di elaborare delle teorie. L’Ingegnere Reputazionale non deve essere confuso con il Social Media Manager, figura altrettanto fondamentale vista la centralità dei social media al giorno d’oggi”. A tal proposito, Auro Palomba ha commentato la decisione di alcuni enti pubblici famosi di abbandonare le piattaforme: “Ognuno fa le sue scelte, bisogna stare in un posto in cui si sta bene e in quest’ottica è possibile selezionare i canali più idonei al caso nostro”.