Jazz e fotografia: un ritratto di emozioni

L’immaginario jazz deve moltissimo alla fotografia. Sono stati in molti i fotografi che hanno aiutato i jazzisti a definire meglio le loro identità.
Da Louis Armstrong in poi, l’arte visiva ha aiutato molto la diffusione del jazz. Un’arte nuova, moderna, nata nel novecento, che ha saputo costruirsi attorno un immaginario e dei modelli di riferimento legati all’ambiente in cui si è sviluppato. Primo precursore dell’iconografia jazzistica fu William Gottlieb, giornalista per il Washington Post, scriveva per la rubrica jazz e dato che non potevano pagarsi un fotografo, iniziò lui a fare le foto ai cantanti. Le sue foto alle esibizioni dei […]