Comprare Oro la Buona Economia del Passato Torna di Moda

Lontani dai luoghi di lavoro e da ogni contesto classico della economia, parlando con alcuni amici inevitabilmente il discorso scivola sul difficile momento finanziario e su come le persone hanno cambiato le loro abitudini a causa delle ristrettezze economiche.
Alcuni dei presenti lavorando in banca asseriscono che molte persone ritirano mensilmente l’intero stipendio lasciando poco o nulla sul conto corrente, un fatto che viene classificato dai alcuni dei presenti come la cattiva abitudine degli italiani di non riuscire a fare economia.
Anche se inizialmente la tesi dello spreco dello stipendio appena riscosso viene assecondata con le solite battute sulla poca avvedutezza degli italiani continuando nella conversazione prende sempre più corpo l’ipotesi che non è possibile che le persone finiscano i propri soldi guadagnati duramente in pochi giorni soprattutto dopo dieci anni di crisi della economia che hanno raffreddato le esuberanze anche dei più spendaccioni.
Ecco che analizzando con maggiore logica la situazione uno dei presenti afferma che chi preleva tutto lo stipendio appena riscosso non lo fa per spenderli ma piuttosto per comprare oro da conservare in caso la situazione economica dovesse peggiorare ulteriormente.
Colti alla sprovvista da tale spiegazione alcuni dei presenti rimangono interdetti ma ad avvalorare la spiegazione interviene una delle persone che partecipavano alla discussione sostenendo che la tesi non era poi cosi sbagliata e che era probabile che alcuni anche se non tutti potessero davvero comprare oro con i soldi ritirati dalla banca.
La spiegazione si fa ancora più veritiera quando lo stesso afferma di ricordare di quando fin da piccolo era solito sentire dire a suo padre che dovevano acquistare una o più sterline d’oro ogni anno e preservarle segretamente senza mai rivenderle a meno che non avessimo avuto estremo bisogno.
La stessa persona continuando a parlare ha raccontato che suo padre ogni qual volta tornava dall’estero dalle trasferte di lavoro era solito fare provvedeva ad acquistare alcune sterline d’oro che andavano ad accrescere il tesoretto che stava accumulando.
I presenti che all’inizio erano rimasti perplessi hanno cominciato ad asserire che l’acquisto di oro era una pratica di cui anche essi avevano sentito parlare in passato anche dai loro parenti, alcuni di loro hanno cominciato a raccontare di avere sentito più volte che alcune persone facevano un buco nel muro nel quale nascondevano il proprio oro richiudendo il muro con calce ed intonaco per ricoprire le tracce con la vernice da muro in modo da occultare perfettamente i segni del buco nel muro.
Dopo tutte queste considerazioni è emerso in modo abbastanza chiaro che attualmente alcune persone dopo anni di crisi della economia sono tornate a comprare oro in quanto non si sentano sicuri come accadeva ai propri predecessori che a causa delle ristrettezze economiche erano soliti creare una riserva di oro che avrebbero intaccato solo nel caso di estrema necessità e solo per i bisogni essenziali di base come l’acquisto di cibo o di altri beni di prima necessità.
Certo è che questa mentalità era stata dimenticata dalle persone e che se qualcuno prima dell’inizio dell’attuale crisi economica avesse asserito di acquistare oro fisico e nasconderlo nel muro di casa in molti avrebbero giudicato come minimo tale condotta piuttosto bislacca se non addirittura folle.
A conferma di quanto un decennio di crisi economica abbia influito sulla mentalità e sulle abitudini di spesa degli italiani è sufficiente pensare che nei primi anni di crisi della economia furono molte le persone che in mancanza di liquidità si rivolsero ai compro oro Firenze o quelli delle proprie città per vendere qualsiasi genere di oggetto in oro; dai gioielli propri o di famiglia, alle monete d’oro o addirittura interi lingotti.
Molte di queste persone non hanno venduto l’oro perché erano in difficoltà economica e dovevano mangiare ma piuttosto per estinguere piccoli debiti o acquistare oggetti più ambiti come i dispositivi mobilio magari per fare le vacanze.
Oggi i privati che vendono il proprio oro sono notevolmente calati per vari fattori, uno dei motivi è da attribuire al fatto che attualmente le famiglie che hanno gioielli, monete o altri oggetti in oro sono molte meno rispetto a dieci anni fa prima della crisi economica.
Dopo vari anni in cui i privati hanno venduto i propri gioielli e oggetti preziosi ai compro oro, senza che nella maggioranza dei casi questo sia stato riacquistato a causa delle ristrettezze economiche, hanno notevolmente ridotto la disponibilità di oro dei privati.
Una tendenza che però potrebbe essere sovvertita oggi quando il perdurare della crisi e il coinvolgimento in essa delle stesse banche ha creato una insicurezza diffusa in quelle famiglie che hanno dei risparmi e che sempre di più scelgono il vecchio metodo di comprare oro in monete o in lingotti per difendere il valore dei propri risparmi.
Chi acquista oro per difendere i propri risparmi non lo fa per guadagnarci ma piuttosto per avere una riserva economica da intaccare solo in caso di estrema necessità, detenere oro fisico è come avere soldi in quanto in ogni paese del mondo sarà piuttosto facile convertirlo in soldi.
La stessa politica economica degli stati dei vari paesi detiene importanti riserve d’oro che custodisce gelosamente e vende solo in caso assoluto bisogno quando i paesi si trovano in un momento difficile ad un passo dal default finanziario.
Ad accumulare oro fisico da investimento non sono soltanto gli stati ma le persone stesse che nella dovuta proporzione, uno dei metodi del passato che è oggi tornato di moda è quello di custodire personalmente il proprio oro provvedendo a nasconderlo nei posti più sicuri.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.