Il Montasio a scuola con gli studenti dell’istituto patavino Dieffe

 

Partita da Padova la prima tappa del progetto di formazione alimentare sostenuto dal Consorzio di Tutela del Formaggio Montasio Dop

Obiettivo: trasferire le conoscenze sulla qualità agroalimentare della propria filiera produttiva e sottolineare il potenziale di questa eccellenza gastronomica e artigianale del territorio.

Ha debuttato a Padova lo scorso martedì 27 febbraio il progetto di formazione scolastica alimentare messo a punto dal Consorzio di Tutale del Formaggio Montasio Dop. Ad ospitare la prima tappa delle nove previste durante l’anno tra le scuole del Veneto e del Friuli Venezia Giulia, l’Istituto superiore paritario di enogastronomia Dieffe di Noventa Padovana.

Nell’ambito dell’alternanza scuola lavoro, i ragazzi delle classi terze e quarte dell’Istituto hanno dato origine ad un ambizioso progetto, “Italian food lovers, Ambasciatori del food italian nel mondo” con l’obiettivo di realizzare una serie di eventi da portare nelle scuole alberghiere di tutta Europa. Per questo sono stati selezionati alcuni prodotti di eccellenza italiani fra i quali, non poteva mancare, il Montasio dop e il cui Consorzio di Tutela si è tra l’altro impegnato quest’anno in un importante progetto di educazione alimentare con l’obiettivo di far conoscere agli studenti le qualità e le specificità nutritive di questo Formaggio, le sue straordinarie valenze qualitative favorendo la conoscenza alle future generazioni di prodotti tutelati e garantiti su tutta la filiera produttiva.

La lezione ha visto protagonisti i ragazzi dell’istituto che dopo avere presentato il loro progetto agli esponenti del Consorzio, hanno potuto partecipare, grazie alla presenza di tecnici specializzati, ad una conoscenza diretta sul Montasio. Attraverso la preparazione, il taglio e la degustazione gli studenti sono stati accompagnati a vivere una significativa esperienza multisensoriale.

La curiosità: la maggior parte degli studenti, tra i formaggi che hanno assaggiato delle quattro stagionature, hanno preferito il Montasio vecchio (10-18 mesi), dimostrando una maturità di gusto non comune.

Per concludere in bellezza si è poi degustato insieme un menù a base di Montasio preparato, impiattato e servito dagli studenti stessi.

“Questa conoscenza non si fermerà qui – è quanto afferma con entusiasmo e convinzione la responsabile marketing e comunicazione del Consorzio, Marina Cavedon. Abbiamo apprezzato la bellezza di questa scuola alberghiera, lo spirito di iniziativa di molti dei suoi studenti nonché la qualità dei piatti preparati. Il Consorzio intende partecipare al loro progetto “Italian food lovers” con una collaborazione a 360°, fermamente convinti dell’importanza di conoscere e affermare anche fuori dai confini nazionali la qualità dei nostri prodotti. L’educazione alimentare, la cultura e la formazione delle future generazioni – sottolinea Marina Cavedon – rimangono tra i principali temi di nostro interesse”.