Le piattaforme elevatrici a Modena arrivano laddove gli ascensori si fermano

Le barriere architettoniche sono un grosso problema all’interno di molti edifici residenziali, ma anche pubblici, costruiti in anni in cui non vi era una grande sensibilità nei confronti di chi è costretto su una sedia a rotelle.

Una piattaforma elevatrice esternaCosì tra rampe di scale, inclinazioni impossibili, spazi angusti, e chi più ne ha più ne metta, le barriere architettoniche sono presenti in moltissimi luoghi che al contrario dovrebbero essere accessibili anche per i disabili.

La realizzazione di un ascensore idoneo al trasporto delle carrozzine è una scelta di sensibilità, partecipazione e rispetto nei confronti delle persone a ridotta mobilità, poiché questi impianti sono ideali per scendere e salire velocemente lungo la verticale di un edificio, in tutta sicurezza.

Che fare, però, quando un ascensore non ha la possibilità di essere installato? Questa eventualità è tutt’altro che rara dal momento che in molti edifici ci sono vincoli di natura strutturale (es. vano scale troppo piccolo) che precludono la collocazione di un ascensore.

Per fortuna, dove gli ascensori non ce la fanno, ci pensano le piattaforme elevatrici a garantire la mobilità dei disabili! Questi impianti sono infatti più “leggeri” e semplici da installare, anche a ridosso della parete esterna di un edificio, per non parlare della ridottissima profondità della fossa che ben si addice agli ambienti dove di spazio ce n’è poco.

Vuoi saperne di più nello specifico sulle piattaforme elevatrici disponibili a Modena? Contatta gli esperti dell’azienda Essemmeti (tel. 059 311355) certificata UNI EN ISO 9001 e attiva da oltre 50 anni!

Con le parole chiave , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati