LA STRATEGIA DI SELECT MILANO PIACE ALLA STAMPA BRITANNICA: MILANO JUNIOR PARTNER DELLA LONDRA POST-BREXIT

IL DAILY MAILY E L’EXPRESS RILANCIANO IL PIANO D’AZIONE DEL THINK-TANK SELECT MILANO: IL CAPOLUOGO LOMBARDO ARGINE ALL’APPROCCIO PREDATORIO DELL’ASSE FRANCO-TEDESCO.

Bepi Pezzulli_2Bepi Pezzulli (nella foto), avvocato d’affari e manager italiano naturalizzato britannico esperto in regolamentazione dei servizi finanziari e Presidente di Select Milano (think-tank liberale e iniziativa di diplomazia d’affari) ha tenuto il 26 Gennaio a Londra un dibattito sul tema “London and Milan: a strategic opportunity?”. La missione di Select Milano è sostenere la candidatura del capoluogo lombardo a ospitare le infrastrutture di mercato dell’Unione Europea che dovranno lasciare Londra dopo la Brexit.

La stampa della City di Londra, a mezzo delle firme del Daily Mail e dell’Express, non fa mistero del suo apprezzamento verso l’agenda della lobby euroscettica dell’avvocato Pezzulli, Select Milano. Londra mostra una volta di più di non gradire l’approccio predatorio nei confronti della City da parte dell’asse franco-tedesco, che minaccia l’economia britannica e mira a ridimensionare il ruolo di centro finanziario globale del Miglio Quadrato. L’antidoto a questo scenario si chiama Milano, città che, adottando le misure caldeggiate da Bepi Pezzulli, potrà configurarsi come junior partner di Londra nell’Europa post-Brexit, un attore desideroso di “collaborare, non competere” con il Regno Unito. L’evidente allineamento tra i due Paesi passa quindi per un irrobustimento delle relazioni bilaterali con l’Italia.

Il Presidente di Select Milano, Bepi Pezzulli, ha esposto il programma di Select Milano venerdì 26 Gennaio innanzi alla “Londra degli Affari”, convincendo la selezionata platea della bontà delle ricette economiche per il Distretto Finanziario di Milano e per l’Italia. Flat tax, Tobin tax, abolizione della legge Fornero e riforma della governance dell’UE: questi i principali punti messi sul piatto durante il dibattito. La matrice Thatcheriana del programma esposto ha convinto gli investitori internazionali, in particolare l’idea di incrementare il deficit a fronte di un PIL in espansione e la proposta di introdurre la Flat tax al 15%, “meccanismo atteso per neutralizzare il rischio Paese” che gode di grande favore oltremanica.

“Stiamo cercando di trovare misure per assicurarci di poter offrire alla City di Londra una piattaforma nell’Eurozona che possa mitigare qualsiasi effetto di discontinuità risultante dalla Brexit”, spiega Pezzulli al Daily Mail. Tale piattaforma può e deve accogliere il transito degli swap sulla cassa di compensazione e garanzia italiana, al fine di mantenere integro il mercato dell’Euroclearing di Londra: “Stiamo giocando una partita diversa” – prosegue Pezzulli, accogliendo l’Euroclearing “avremo gettito fiscale a Milano, mentre il mercato continuerà a essere collocato a Londra”. Un’operazione di questo tipo avrà effetti benefici tanto per l’Italia quanto per il Regno Unito, e a Londra in molti sembrano condividere le idee propugnate da Select Milano.

Le lancette della Brexit sono in movimento e, verosimilmente, nel mese di Marzo 2018 si comincerà a osservare la prima fase di spostamenti dei servizi finanziari internazionali da Londra. Pezzulli sottolinea come il fare sistema sia, in quest’ottica, imperativo per il sistema-Italia. “Noi abbiamo un piano, un piano realistico e credibile per il rimodellamento del settore dei servizi finanziari ed è da lì che cominceremo”, conclude il Presidente di Select Milano.

Pezzulli convince Londra e la stampa conservatrice della City manda segnali di apertura verso Milano.

In breve:

SELECT MILANO: Select Milano è un gruppo di analisi indipendente (“think tank”) di orientamento euroscettico e liberale. E’ formato da manager, imprenditori, banchieri, professionisti che da sempre operano sull’asse Milano-Londra. Il proposito di Select Milano è quello di costruire un ponte commerciale permanente tra Londra e Milano che dia la possibilità di stabilire a Milano soltanto quelle attività finanziarie in uscita dalla City di Londra per ragioni regolamentari a seguito della Brexit.

BEPI PEZZULLI: (nato a Napoli, 1970) E’ un avvocato d’affari e manager italiano naturalizzato britannico. Esperto in regolamentazione dei servizi finanziari, assiste banche, intermediari finanziari, società di gestione del risparmio e hedge funds in materia di AIFMD, EMIR, MiFID e UCITS, nonché fondi di private equity in materia di risoluzione di crisi societarie. Dal 2016 occupa la posizione di Presidente di Select Milano, think-tank liberale ed iniziativa di diplomazia d’affari, che ha la missione di trasformare Milano in Piazza finanziaria europea. Nel 2017, Pezzulli è stato nominato nel CDA di Finlombarda, la finanziaria della Regione Lombardia.

 

#Brexit #Milano #BepiPezzulli #Euroclearing #DistrettoFinanziario #Londra #SelectMilano #ThinkTank #DiplomaziaEconomica

 

 

Per ulteriori informazioni:
Digital PR a cura di Blu Wom Milano
www.bluwom-milano.com
p.fabretti@bluwom-milano.com