Formula Uno: i successi del team guidato da Alessandro Benetton

In carica dal 1988 al 1998 in Benetton Formula come Presidente, Alessandro Benetton ha costruito una scuderia capace di battere team storici come Ferrari e Williams.

Alessandro Benetton

L’esperienza di Alessandro Benetton in Benetton Formula

Alessandro Benetton entra con l’incarico di Presidente in Benetton Formula alla fine degli anni ’80, appena tre anni dopo la fondazione della scuderia. Il suo debutto è da subito positivo, con la conquista del terzo posto nella classifica costruttori, alle spalle di Ferrari e Mclaren-Honda. Tra il 1989 e il 1993 un’importante campagna acquisti reca nella squadra anglo-italiana l’apporto di personaggi destinati a entrare nella storia di questo sport: Ross Brawn, Flavio Briatore e Michael Schumacher. Il giovane pilota tedesco, strappato alla Jordan per le sue qualità indiscutibili, notate dai Benetton, dimostra da subito tutto il suo talento arrivando alla sua prima vittoria nel 1992 in Belgio, a Spa, sebbene la macchina non sia ancora al pieno della sua maturità. Nei due anni seguenti il team guidato da Alessandro Benetton raggiunge l’apice. Nel 1994, a conclusione di un campionato che vede Schumacher vincere 8 gare, arriva infatti il primo titolo piloti, agguantato all’ultima gara con un finale da cardiopalma. Nel 1995 la replica: le vetture del tedesco e del compagno Johnny Herbert dominano la stagione, 11 vittorie, e la scuderia si riesce così ad aggiudicare anche il campionato costruttori. All’uscita di Alessandro Benetton dal mondo della Formula Uno, nel 1998, segue anche l’abbandono del campionato da parte del team, acquisito dalla Renault nel 2000. Un’esperienza che tuttavia si è conclusa positivamente e che ha impresso nell’immaginario collettivo dei tifosi la storia di una scuderia che è stata in grado di farsi largo, in poco tempo, tra i grandi marchi automobilistici.

Alessandro Benetton: formazione ed esperienze professionali

Imprenditore trevigiano, classe 1964, Alessandro Benetton si forma negli Stati Uniti dove si laurea all’Università di Boston in Business Administration nel 1987. Quattro anni più tardi, conseguito anche il Master in Business Administration presso la Harvard Business School, entra in Goldman Sachs. Analista, si specializza nel campo dell’Equity Offering e del M&A. Presidente di Benetton Formula nel decennio 1988-1998, nel 1992 fonda 21 Investimenti, società di Private Equity che ad oggi ha all’attivo più di 90 investimenti completati. Cavaliere del Lavoro, titolo conferitogli nel 2010 dal Presidente della Repubblica, Alessandro Benetton è oggi Consigliere d’Amministrazione in Autogrill S.p.A. ed Edizione S.r.l., nonché Componente dell’Advisory Committee di Robert Bosch International e Beteiligungen AG di Zurigo. Presidente di Benetton Group tra il 2012 e il 2014, nel 2017 è stato chiamato a rivestire il medesimo incarico per la Fondazione Cortina 2021, ente responsabile dell’organizzazione dei prossimi Campionati Mondiali di Sci. Nel corso della sua carriera, Alessandro Benetton è stato insignito di numerosi riconoscimenti: Premio EY Imprenditore dell’Anno (2011), Premio Vittorio De Sica (2014) e Premio America della Fondazione Italia-USA (2016). Infine, Il Centro di Ricerca Imprenditorialità e Imprenditori dell’Università Bocconi lo ha premiato nel 2008 tra gli "Imprenditori per l’Italia nel Mondo".

Con le parole chiave , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati