General Cessioni S.r.l., le recensioni: i dati dello studio ODCEC

La fotografia del commercialista nel 2017 e le aspettative degli iscritti all’ODCEC per il futuro: le opinioni di General Cessioni S.r.l. sulla ricerca che l’Ordine di Milano ha realizzato intervistando i professionisti del settore.

General Cessioni

Il commercialista oggi: le opinioni di General Cessioni S.r.l. sullo studio ODCEC

Commercialisti: quali prospettive per il futuro della professione? È l’Ordine dei Commercialisti e degli Esperti Contabili (ODCEC) di Milano a provare a rispondere al quesito promuovendo uno studio realizzato dalla Commissione rilevazione dati statistici con il contributo di due docenti del Politecnico e dell’università Cattolica. General Cessioni S.r.l. ne inserisce i risultati tra le sue recensioni: sul tema sono stati intervistati 1.885 commercialisti milanesi, pari al 22% degli iscritti all’Ordine. I professionisti sono stati classificati in cinque fasce in base al fatturato annuale raggiunto: la prima contempla chi ha conseguito un volume d’affari inferiore a 100mila euro, nell’ultima invece quelli che sono riusciti a superare il milione di euro. Il 76% del campione rientra nella fascia di fatturato inferiore a 300mila euro. General Cessioni S.r.l. specifica inoltre che gli intervistati sono prevalentemente i titolari di studi singoli specializzati in attività consulenziale, dall’assistenza economica, fiscale e societaria alla fornitura di servizi di contabilità. Più nel dettaglio il 51% dei professionisti che ha preso parte alla ricerca è titolare unico di studio, il 23% socio di studi professionali e il 26% collaboratori.

General Cessioni S.r.l.: commercialisti e aspettative di crescita nella ricerca ODCEC

Come indica General Cessioni S.r.l. nelle recensioni riprendendo i dati della ricerca, i commercialisti intervistati credono che per affrontare le sfide future occorra sviluppare competenze sempre più specialistiche (65%) e costruire reti non solo tra colleghi ma anche con i professionisti di altre categorie come avvocati e consulenti del lavoro (23%). Tuttavia non c’è molta fiducia nella digitalizzazione: il 44% vede nella fatturazione elettronica e nei compilativi precompilati quasi una minaccia, mentre il 42% li valuta positivamente. Il 45% del campione inoltre non prevede nei prossimi cinque anni impatti sulla propria attività derivati dalla digitalizzazione; il 37% sostiene invece che gli influssi si vedranno entro i prossimi due anni e il 4% tra i due e i cinque anni. Le opinioni di General Cessioni S.r.l. si focalizzano inoltre sull’aspetto aggregativo, specificando che solo il 5% lo considera privo di utilità. Per il 79% invece la costruzione di reti servirebbe soprattutto a integrare più efficacemente le diverse specializzazioni: tra le altre funzionalità menzionate nello studio vi sono anche la riduzione dei costi (47%), il miglioramento di qualità e velocità dei servizi (26%) e l’ampliamento dell’offerta (26%).

Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati