Perchè fare terapia in coppia

Affinchè una coppia funzioni al meglio, ognuno dei due partner deve essere capace di rapportarsi all’altro riconoscendolo come un individuo separato da sè, con caratteristiche proprie e indipendenti, con pensieri e modalità autonome con cui poter negoziare la relazione e la vita in comune.

La terapia di coppia va ricercata quando la coppia inizia ad incontrare delle difficoltà, le quali possono essere di diverso tipo a seconda della fase del ciclo vitale della famiglia: ad esempio una coppia senza figli, la nascita del primo figlio, la crescita e distacco dai figli, il pensionamento, ecc.

I problemi possono essere rintracciati, ad esempio,

– Nella sessualità,
– Nella difficoltà di comunicazione,
– Nelle divergenze delle modalità genitoriali,
– Nei conflitti,
– Nei tradimenti,
– Nelle dipendenze,
– In qualsiasi evento che cambi in modo disadattivo la dinamica di coppia.

I problemi più frequenti sono le difficoltà comunicative, le quali portano alla concatenazione di discussioni inutili e distruttive nelle quali si fa soffrire e si soffre, senza pervenire ad alcuna soluzione. Oppure può accadere l’esatto contrario: i membri della coppia non comunicano tra loro.

Gli obiettivi della terapia di coppia sono quelli che seguono:

– Incrementare all’ interno della coppia le capacità di comunicazione,
– Addestramento nella risoluzione dei problemi,
– Acquisizione di una maggiore consapevolezza del modo in cui gli schemi mentali, gli atteggiamenti e le modalità soggettive di pensiero influiscono sulle proprie emozioni e sul proprio comportamento, aiutando a realizzare cambiamenti nelle convinzioni, nelle attribuzioni e nelle aspettative qualora esse si rivelino controproducenti, irrazionali e distruttive,
– Incrementare un interscambio di condotte positive,
– Aumentare il livello di autostima dei componenti della coppia,
– Aiutare ad acquisire e mantenere una maggiora conoscenza delle emozioni del partner,
– Conseguire una maggiore accettazione e intimità da parte di entrambi i partner,
– Acquisire consapevolezza del proprio modello di attaccamento e delle dinamiche dei propri modelli operativi interni (schemi mentali che orientano le aspettative e i comportamenti nelle relazioni affettive significative), e determinarne una ristrutturazione positiva quando essi siano del tipo “insicuro”, così da apprendere a identificare, sperimentare, esplorare, capire ed esprimere meglio le proprie emozioni, e gestirle in modi più appropriati.

La Dott.ssa Nadia Barberis, psicologo e psicoterapeuta presso il suo studio di Messina, offre consulenze psicodiagnostiche, sostegno psicologico, psicoterapia psicoanalitica, sia all’individuo che alla coppia.

Si occupa, in particolare, delle seguenti problematiche: abuso, anoressia, ansia, attacchi di panico, bulimia, depressione, difficoltà legate allo sviluppo dell’identità personale, difficoltà relazionali, dipendenza affettiva, disturbi di personalità, elaborazione del lutto, fobie, ipocondria, ludopatia, nevrosi, problematiche di coppia, stress, trauma psicologico.

Con le parole chiave , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati