Assistenza agli anziani, l’importanza di una corretta alimentazione

Man mano che l’età avanza e si diventa anziani la necessità di alimentarsi in modo corretto e di avere un’adeguata assistenza aumenta sempre di più. La dieta influisce moltissimo sulle condizioni di salute che, se sono già precarie o compromesse, possono evitare di aggravarsi grazie a uno stile alimentare equilibrato e idoneo alle proprie necessità.

Se ci si prende cura di una persona anziana a casa, quindi, è importante fare il possibile per correggere abitudini alimentari sbagliate e farsi promotori della salute a tavola.

Sviluppare e seguire un corretto piano alimentare per gli anziani di cui ci si prende cura permette di evitare che determinate sostanze (gli zuccheri per esempio o i grassi saturi) vengano assunte in quantità eccessive compromettendo la loro salute.

Come fare però per costruire un corretto programma alimentare per la persona anziana che si assiste?

Passo 1 – Rimuovere gli alimenti di cui l’anziano non ha bisogno

Questo è il primo e più importante passo verso la costruzione di una dieta sana. Cosa bisogna rimuovere? Essenzialmente tutti gli alimenti che contengono grassi saturi, l’eccesso di sodio e che fanno aumentare il colesterolo. È buona regola, in particolare, evitare i dolci fritti, per esempio, e diminuire la quantità di sale negli alimenti cucinati: all’inizio può essere difficile abituarsi ma dopo un po’ si smette di sentirne la mancanza.
È importante, inoltre, eliminare i cibi che determinano soltanto un aumento delle calorie ingerite senza apportare elementi nutritivi all’organismo: ne sono un esempio classico gli snack a base di patatine e l’alcol.

Passo 2 – Sostituire gli alimenti rimossi con cibo sano

Una volta eliminati gli alimenti che non apportano benefici all’organismo è importante che vengano sostituiti con cibi sani. Questa operazione non soltanto fa bene alla salute ma anche al portafogli perché la maggior parte dei cibi sani hanno costi inferiori rispetto a quelli nocivi e con piccoli accorgimenti possono diventare pietanze molto gustose.

Uno dei cambiamenti più comuni che viene effettuato in questi casi è la sostituzione del dolce con la frutta: non solo la frutta è meno costosa di torte, pasticcini e biscotti ma è anche ricca di vitamine e sali minerali che rinforzano le ossa.

Il pesce, invece, è un ottimo sostituto della carne rossa e delle bistecche: la carne rossa se mangiata frequentemente fa aumentare il colesterolo che può ostruire vene e arterie; il pesce, invece, è ricco di Omega 3, elementi nutritivi che rafforzano il sistema immunitario e migliorano la circolazione nelle persone anziane.

Passo 3 – Non dimenticare l’esercizio fisico

A una buona dieta va sempre affiancato dell’esercizio fisico. Esso, però, deve essere idoneo alle caratteristiche e allo stato di salute della persona anziana che si assiste. Se bicicletta e tapis roulant non possono più essere presi in considerazione, anche una semplice passeggiata svolta per alcuni giorni alla settimana può essere un ottimo modo per fare esercizio: aiuterà la persona anziana a essere e sentirsi più attiva e ne migliorerà l’umore.

Hai bisogno di assistenza per una persona anziana? Villa Max, la nostra casa di riposo vicino Viterbo, è a tua disposizione!

Info su Valentina Coppola

Web editor curiosa e appassionata di scrittura online.
Con le parole chiave , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati