Condizionatore inverter e on-off: quale scegliere?

La scelta del giusto condizionatore non va sottovalutata, dato che esiste una vasta gamma di climatizzatori che presentano caratteristiche e funzionalità molto diverse tra di loro. Per la refrigerazione industriale abbiamo due tipologie di dispositivi che possono andare bene a seconda del tipo di ambiente dove tale apparecchio verrà posizionato.

Il condizionatore on- off

La scelta di un condizionatore on- off è senza dubbio la più semplice ed economica. Grazie alla sua tecnologia di spegnimento e riaccensione automatica, agisce sul raffreddamento dell’aria fino a che non raggiunge la temperatura impostata e, a questo punto, spegne completamente il sistema di refrigeramento. Non appena la temperatura dell’aria inizia ad aumentare, si riaccende riprendendo a lavorare fino al raggiungimento della temperatura preimpostata avviando così questo ciclo di spegnimento e riaccensione. Questo climatizzatore è utile se viene utilizzato per poche ore, dato che altrimenti comporterebbe costi di energia elettrica molto elettrici.

Il condizionatore inverter

Questo dispositivo mantiene e modula invece la temperatura desiderata senza accensioni e spegnimenti. Questo perché riesce a raggiungere rapidamente la temperatura impostata e poi la mantiene costante restando acceso alla potenza minima. Evita gli sbalzi termici e, nel lungo periodo, consente anche una buona riduzione dei consumi (quasi del 40%). Detto questo, il climatizzatore inverter risulta conveniente per coloro che lo tengono in funzione più di 8 ore al giorno.

 

Con le parole chiave , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati