I 6 errori da evitare nella ristrutturazione edilizia

Chiunque abbia eseguito almeno una volta dei lavori nella sua abitazione sa che quello che si ha in mente dovrà scontrarsi con grandi problemi come l’aumento del prezzo rispetto a quello indicato nel preventivo, un allungamento dei tempi di consegna o l’assenza di una vera e propria garanzia che protegga dai problemi relativi alla ristrutturazione.
Noi di Costruzioni Testa, impresa edile Varese (Samarate), ti spieghiamo gli errori da evitare per non incappare in questi fastidiosi problemi.

1) Scegliere l’impresa edile in base alla convenienza del preventivo.
Un’impresa edile dispendiosa non è automaticamente sinonimo di “lavoro eseguito meglio”, ma
un preventivo troppo economico potrebbe far scattare un campanello d’allarme.
Si può andare dalla scarsa qualità dei materiali impiegati, alla manovalanza in nero o non iscritta ad alcuna cassa edile (dunque non tutelata e spesso sottopagata), al pressapochismo di lavorazioni condotte a ritmi veloci per risparmiare e vincere (sulla carta) la concorrenza.
2) Affidarsi ad una ditta individuale.
Se nelle imprese in cui chi esegue il lavoro è sia operaio che titolare, magari con l’appoggio di un figlio o la moglie in amministrazione, dovesse verificarsi un problema e ammettesse di aver commesso errori nella ristrutturazione, molto spesso accade che non abbia il denaro per intervenire. Se invece voleste citarlo in giudizio e doveste vincere la causa avreste perso ulteriore denaro in quanto spesso non ha nulla da attaccare legalmente.
3) Scegliere un’impresa edile di grandi dimensioni per un lavoro di portata inferiore alla portata lavorativa.
Le specializzazioni degli operai che lavorano presso aziende che compiono appalti pubblici o grandi costruzioni, sono diverse da quelle di operai specializzati in ristrutturazioni di abitazioni, con il rischio che l’attenzione a voi dedicata possa essere inferiore rispetto a grandi appalti da cifre a sei zeri.
4) Scegliere un’impresa edile che non dà garanzie dimostrabili per iscritto.
Assicuratevi che garanzie come il tempo prestabilito in cui terminare i lavori, il prezzo prestabilito senza aumento dei costi, il pagamento posticipato a garanzia dei committenti, importi erogati come anticipo, ripristino gratuito di un’opera non andata a buon fine entro i 2 anni previsti dalla legge, siano scritte nero su bianco.
5) Non richiedere testimonianze di altri clienti e documentazione con lavori eseguiti.
Prima di firmare il contratto è importante avere un riscontro dei lavori eseguiti richiedendo documentazione con foto, indirizzi, recapiti di committenti e nominativi di tecnici e amministratori dei lavori.
6) Non farsi realizzare il cronoprogramma e non verificare personalmente l’avanzamento dei lavori.
Avere un cronoprogramma e verificare in prima persona l’avanzamento dei lavori almeno ogni 15 giorni è importante per richiedere spiegazioni in caso di ritardi, soprattutto se si ha urgenza di ultimare la ristrutturazione in tempi specifici.

E’ sufficiente adottare piccoli accorgimenti per non avere brutte sorprese ed esaudire il sogno di vivere in una casa realizzata esattamente come nella vostra immaginazione.
Per informazioni e preventivi su ristrutturazione e costruzioni edili a Varese, contatta Costruzioni Testa, l’impresa edile di Samarate (Varese).

Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati